lunedì 4 febbraio 2008

a bon droyt - capitolo 5


E la guerra iniziò. L’epicentro della tempesta fu la locanda “La Cognette”. La sera stessa dell’incontro dei cospiratori la sala grande della locanda fu trasformata in centro di arruolamento, furono messi da parte tutti i tavoli tranne uno. Briac stava seduto dietro l’unico tavolo lasciato nella sala dirimpetto alla porta d’ingresso. Sopra il tavolo in bella vista: le parti del copione già divise per attore, una bottiglia di vino e il suo fucile (che non si sa mai è sempre meglio averlo). Fernand gli stava alla destra con aria truce.
Si radunarono alla locanda un numero imprecisato di persone: tante che la fila per entrare iniziava dalla piazza davanti alla locanda.
La bolgia caotica e sovraeccitata fu immediatamente ricondotta all’ordine grazie alla veemenza di Briac e allo sguardo solenne di Fernand.

I dialoghi si svolsero, più o meno, così:
Briac: “Nome?”
Candidato: “Felix”
Briac: “Sai cosa stiamo facendo qui?”
Candidato: “Effettivamente no, ero venuto per bere…”
Fernand: “Levati il cappello…”
Briac: “Stiamo organizzando una recita teatrale”
Candidato: “Oh bello”
Briac: “Hai mai recitato?”
Candidato: “No”
Briac: “Ti piace il teatro?”
Fernand: “Smetti di guardarti i piedi! Mica è un interrogatorio… e rispondi!”
Candidato: “Forse”
Fernand: “Che cazzo vuol dire forse?”
Candidato: “Mai stato a teatro, ma forse, se ci fossi stato, mi sarebbe piaciuto”
Briac: “UN ALTRO!”



Briac: “Nome?”
Candidato: “Briac sono Elsie…”
Briac: “Sai cosa stiamo facendo qui?”
Candidato: “Certo! Un “casting”… a cosa serve il fucile?”
Fernand: “Elsie, non ti distrarre”
Briac: “Elsie, hai mai recitato?”
Candidato: “No no no! Ma mi piacerebbe moltissimo! E poi il mio amore… che è li dietro vedete? Dice che sarei bellissima sotto le luci di un palco, lassù, davanti a tutti, io, una folla di uditori ammirati che mi guardano! Non sarebbe bello? Su Briac, non fare quella faccia. Guarda che so di saper recitare! Dammi un occasione, ho sentito che c’è una principessa… “
Briac: “Fernand metti giù il fucile”
Candidato: “… Solo una principessa? Be’ certamente non vorrete dare questo ruolo ad un'altra! Avanti Briac, lo sai che sono la più carina del paese, no? E poi li c’è il mio fidanzato…”
Briac: “UN ALTRO!”

La cosa andò avanti per circa due ore. Molti dei convenuti dovettero tornare a casa delusi e solo 11 persone furono selezionate per recitare, le altre avrebbero fatto dignitosamente parte del pubblico:

Elisie (dopo molte discussioni) avrebbe fatto il CARCERIERE
Felix: MADAME GERVAISE
Julie: CASSIO
Lisé: AGRAMANTE
Gaston: DESDEMONA
Gilbert: RINALDO
Hugo: IL CALAVALIERE DI RIPAFRATTA
Isidore: PRIMA GUARDIA
Lilas: SECONDA GUARDIA
Ignace: ORAZIO
Emilien: FABRIZIO

Briac aveva concluso distribuendo a tutti un copione che Francesco aveva preparato molto tempo prima dove erano descritti i personaggi, lo svolgersi della scena e, naturalmente, le battute di ognuno. Aveva annotato inoltre, che nessuno degli attori aveva mai avuto esperienze, anche indirette, con il teatro, compreso lui stesso, e che non aveva nessuna dannata idea di cosa si dovesse fare a questo punto. Lasciò la locanda per ultimo dando a Irmine la nota e stabilendo che il gruppo teatrale si sarebbe incontrato con Francesco la mattina dopo al castello.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

la descrizione iniziale sembra un po' quella della festa di Halloween O31..

papaya ha detto...

non vedo l'ora di sapere come finirà, anche se, con qualche aiuto, ho dei sospetti. che spero vengano stravolti puntualmente.
eheh

ed luisè ha detto...

quando il nuovo capitolo?!?

Amélie ha detto...

pazientate, pazientate.
nel frattempo se qualcuno vuole regalarci una simpatica illustrazione che si ispiri all'atmosfera della storia vincerà la prossima copertina...
sempre che giorgio sia d'accordo chiaro.

Parmino ha detto...

Giorgio è qui con me... annuisce e fa "um"