venerdì 29 febbraio 2008

delirious bcn


questo è un post a quattro mani. niente di religioso, certo. se fossimo stati in 4 sarebbe stato a ottomani, ma così non è.
e io che credevo che avessimo superato la fase del vivoconaltrediecipersonemanesonoentusiasta!
in realtà c'è ancora qualcuno che lo è e che considera un ostello casa propria.
ormai ho finito la vena creativa, come disse il conte Dracula, dopo aver succhiato il collo del signor Van Gogh.
mhhh.
già fatto? è pic?
nic!
comunque
grazie a daniel per la cena tahilandese e per il lume di candela (manca poco che mi mangio anche il tovagliolo... va bene il romanticismo però la bolletta pagala!)
ma che male e che ridere e di nuovo che male se rido.. ma coletta e coppoletta le conoscete? no, perchè sono mie compagne di sgrigna da anni, ormai.
vabbè
noi si va a nanna, che domani si lavora.
buona notte a tutti i sonnambuli e specialmente a giorgio, che non si sa mai che ci capisse qualcosa in questo post e poi me lo spiegasse..
'notte scriccioli

2 commenti:

Alyce ha detto...

Qualcuno ha visto un cazzo di coniglio bianco?

papaya ha detto...

l'importante è non lasciare la presa, mai.
stringere finchè non fa male e tutto diventa freddo.
abbracciarsi fino a riscaldarsi di nuovo.
tenere duro perchè la vita lo chiede, lo grida.