mercoledì 13 febbraio 2008

voglio credere


Se non mi chiamerai
voglio credere,
ora che la notte avanza gelida,
che sia perchè stai bene là dove sei,
perchè davanti ad un fuoco invernale
tieni al caldo i piedi e le amicizie
e il prezioso amore e
non penzoli triste da un bicchiere.
Ti prego
sporcati di cenere
steso sul tappeto
ridi piano piano
insieme a quella musica
suonala ancora
che già amo.
Riponi il tuo cuore
nello scrigno della protezione
(sguardo vacuo d'artista)
E io sarò con te
più contenta così che
con mille pensieri.
So che, almeno stasera,
è lì il tuo posto, caldo.

Non ti chiedo un pensiero
e di sicuro non l'ultimo.

Solo di poter ammirare
ancora una volta
quello sguardo vestito
da bambino.

6 commenti:

parmino ha detto...

chi ha scritto questo.... lo prendo a pugni.

parmino ha detto...

se è Amelie la perdono

parmino ha detto...

se è Amelie la perdono

Amélie ha detto...

non è amelie
è un nuovo amico
spaturnio

puoi esporgli la tua voglia di fare a pugni se vuoi..magari risponde

Amélie ha detto...

mi spiace ma nn si riesce a sistemare l'impostazione di paragrafo
a quanto pare blogger è + forte di me...

papaya ha detto...

cmq c'è un trucco: vai sul mio ultimo post e prova a selezionare il testo... scoprirai degli invisibili puntini che faranno al caso tuo.. basta scegliere il colore giusto!! sempre al suo servizio, mio signore dei blog!